Portare il verde nella nostra casa! Le piante da interni resistenti
Le piante dentro alla nostra casa non hanno solo un potere ornamentale (da non sottovalutare!), ma hanno anche un’influenza positiva sul nostro umore soprattutto in questo periodo in cui fuori sboccia la primavera ma non possiamo vivere all’aperto come vorremmo.

Guarda caso il verde è il colore che si contrappone al rosso della ruota dei colori e della nostra Regione…
Inoltre è di per sé molto calmante, vi ricordate le storie in evidenza su Instagram dedicate a questa cromia? Sono salvate in evidenza!

La cura delle piante inoltre ci permette di staccare dal tran tran quotidiano e di non pensare a nulla e rilassarci per qualche minuto, si somma poi la sensazione di benessere derivata dal vederle crescere e prosperare.

Per noi sono un elemento immancabile anche in ufficio!

Ma per un risultato ottimale dobbiamo seguire 4 semplici regole che valgono per tutte le piante da interni.

1) Annaffiare le piante da interni solo quando il terreno è asciutto, evitando i ristagni di acqua nel sottovaso. Un’altra buona pratica è quella di mettere poca acqua alla volta facendo in modo che non sbordi nel sottovaso e di usare una mistura di terriccio drenante.
2) Evitare gli sbalzi termici e le correnti. Non collocarle vicino al termosifone e al condizionatore ma in un luogo in cui la temperatura rimane più costante possibile.
3) Decidete prima il punto in cui volete collocare la pianta e acquistatela in base alla luce e allo spazio presente e allo spazio. Considerate che non amano la luce diretta e che alcune possono adattarsi agli ambienti più bui.
4) Consultate la nostra guida per orientarvi sull’acquisto e in caso di dubbi chiedete al vivaista o al fioraio.

Secondo la nostra esperienza abbiamo realizzato una breve guida in cui troverete le peculiarità delle piante da interni più semplici da coltivare.

Piante adatte agli ambienti poco luminosi

Zamioculcas (Zamia), una pianta perfetta per chi ha il pollice nero, si adatta anche agli ambienti poco luminosi come i corridoi. Va girata ogni tanto per favorirne una crescita uniforme, ha una crescita lenta.

Aspidistra, necessita di più spazio e crea un bel cespuglio verde, è molto resistente e può crescere dove altre piante non sopravviverebbero. Ogni 2 anni va travasata.

Piante che vogliono la luce filtrata

Rhipsalis, teme i ristagni ma rispetto alle altre piante grasse chiede il terreno umido ed è adatta a chi è di manica larga con le annaffiature. Sono perfette come decorazioni pensili, alcune varietà fioriscono!

Pothos, una pianta tra le più resistenti che vi darà molte soddisfazioni. Perfetta per essere collocata in un punto alto perché i rami e le foglie ricadono verso il basso. Per replicarla basta tagliarne un rametto e sistemarlo in acqua in attesa che radichi.

Piante che vogliono la piena luce

Aloe vera, una succulenta che in estate potrete collocare in giardino o in terrazzo, acclimatandola quando viene il bel tempo. È molto produttiva e in breve tempo cresceranno intorno altre piccole piantine che potrete porre in altri vasi o regalare.

Sansevieria, sta bene anche al sole diretto. Le sue foglie partono dal terreno e si sviluppano in altezza e quando sembra stare troppo stretta nel vaso occorre travasare. Anche questa pianta è adatta a tutti, è robusta e ha poche pretese: si può annaffiare una volta al mese.

Avete scelto? Trovate quella giusta per voi e create la vostra giungla urbana scoprendo le molte varianti in commercio, come ad esempio i pothos neon, pictus e marble queen. Enjoy!