Cliché del mondo immobiliare: “Si fa sempre in tempo ad alzare l’offerta”
Ti dicevano: “Tranquillo! Fai sempre in tempo ad alzare l’offerta”, hai seguito il consiglio e hai scoperto che si sbagliavano…

È una scoperta che lascia l’amaro in bocca ma è proprio così! Decidere di sottoscrivere una proposta di acquisto per una casa con un valore troppo lontano da quello richiesto può essere controproducente e spesso sarà l’agente immobiliare stesso a rifiutarsi di raccoglierla.

Non siamo tutti uguali e non tutti abbiamo il carattere e l’esperienza per poter trattare quindi in alcuni casi è bene evitarlo. L’arte della mediazione si impara e noi mettiamo a disposizione dei clienti che vogliono darci fiducia tutta la nostra competenza e attenzione alle fasi che precedono l’impegnativa per poter studiare la strategia migliore e arrivare in fondo.

Vi riportiamo alcuni scenari pratici derivanti dalla volontà del proponente di fare un’offerta bassa per poi “sedersi al tavolo” discuterne e trattare.

1) Il venditore si irrigidisce o si stanca
Proporre delle condizioni troppo penalizzanti o lontane rischia di creare contrasti con il venditore ch si sentirà preso per il collo.
La giusta proposta deve contenere condizioni eque, per esempio possiamo chiedere uno sconto sul prezzo a fronte di una corresponsione delle somme malleabile e non subordinata a mutuo.

2) Il venditore fa una dura controproposta e si chiude la trattativa ad una cifra più alta di quella preventivata
Avete fatto una proposta ad un prezzo che sapevate in partenza non sarebbe stato accettato? Il venditore per ricavare la cifra che si è prefissato vi farà una controproposta ancora più alta rimanendo fermo, a quel punto se vorrete acquistare sarete costretti a spendere più del previsto.
Di fronte invece ad un’offerta molto vicina al prezzo desiderato probabilmente sarà disposto ad accettarla così come è stata impostata senza fare storie.

3) Compra la casa un altro
Nell’ultimo periodo per alcuni immobili abbiamo riscontrato l’interesse di più clienti in contemporanea, in questi casi è bene confrontarsi con l’agenzia immobiliare e capire le modalità con cui intende raccogliere l’offerta: a scatola chiusa, raccogliendo solo la più alta e affine alle esigenze del venditore, eccetera. In questi casi fare un’offerta di modesta entità vi posizionerà subito fuori dai giochi.

Quali sono le vostre esperienze? Se vi va commentate o inviateci un messaggio privato! Grazie dell’attenzione.